Home > poesia, Uncategorized > Highness

Highness

Ritmo dell’attimo. Ora, il battito.

Per sempre. Per sempre.

Stiamo all’erta, in ascolto di piedi.

Dolcissimo rapimento.

Estasi di coribanti impazziti:

un crescendo di bodhràn,

frenesia d’ossa che schioccano, la danza,

smania di lasciarsi andare.

Un reel con tutti i crismi. Rullo di tamburo,

dei passi o dei giri,

rituale ostinato. Urge una febbre folle

dello spirito.

Per sempre. Per sempre. Come ricordarlo

in ogni mossa, in ogni posa,

anche il tono e il timbro della musica

bramano il riposo?

Balzi in un grembro infinito. Io anelo.

Il sì della danza

vacilla sull’orlo dello scudo di Achille.

Vertigine di felicità.

Michael O’Siadhail, A Fragile City,  Bloodaxe, Newcaste-Upon-Tyne, 1995, pp.252-253

 

 

 

 

Annunci
Categorie:poesia, Uncategorized
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: