Home > poesia, Uncategorized > The Sow

The Sow

scrofa

San Francesco e la scrofa

La gemma rappresenta ogni cosa,
anche le cose che non fioriscono,
poiché tutto fiorisce, da dentro, e si auto‐benedice;
anche se certe volte è necessario
tornare a insegnare a una cosa la sua stessa bellezza,
posare una mano sulle ciglia del fiore
e ripeterglielo in parole, toccandolo
è bello
finché non rifiorisce da dentro, auto‐benedicendosi;
così come san Francesco
posò la sua mano sulla fronte rugosa
della scrofa, e le impartì in parole, toccandola,
la benedizione della terra sulla scrofa, e la scrofa
iniziò a ricordarsi della sua spessa lunghezza,
dal grugno terroso
attraverso foraggio e acqua sporca fino al ricciolo spirituale della coda,
dalla dura, puntuta spinosità della schiena
giù lungo il suo grande cuore infranto
fino all’azzurra, lattiginosa aria sognante che freme e zampilla
dai quattordici capezzoli alle quattordici bocche che succhiavano
e soffiavano lì sotto:
la sua lunga, perfetta bellezza di scrofa.

Galway Kinnell, traduzione italiana di Massimo Morasso.

Annunci
Categorie:poesia, Uncategorized
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: